Sede: via Maria Ausiliatrice 32 - 10152 TORINO / Info: +39 011.5224822 / Segreteria: +39 011.5224414 / Fax: +39 011.5224688 / Email: segretario@salesianipiemonte.it

.

.



.

mercoledì 25 maggio 2016

Echi della festa



Don Félix URRA, direttore Comunità Maria Ausiliatrice in Valdocco - MP3

Don Sabino FRIGATO, vicario episcopale per la Vita Consacrata - DOC

S.E. Mons. Cesare NOSIGLIA, Arcivescovo di Torino - PDF / RTF / MP3

Don  Ángel FERNÁNDEZ ARTIME, Rettor Maggiore dei Salesiani - DOC / MP3


S.E. Mons. Luciano CAPELLI, Vescovo di Gizo (Isole Salomone) 


Don Enrico STASI, superiore del Piemonte, Valle d'Aosta e Lituania 


S.E. Mons. Pier Giorgio DEBERNARDI, vescovo di Pinerolo (To)







Notiziario PRIMARADIO sulla Festa di Maria Ausiliatrice - MP3

Parole del Rettor Maggiore, don Angel Fernandez Artima - MP3



* si ringrazia







lunedì 23 maggio 2016

Inagurazione organo San Giovannino



L'organo costruito da Giuseppe Bernasconi di Varese nel 1882 - voluto da Don Bosco - e sito nella sua chiesa di San Giovanni Evangelista è stato recentemente ampliato e dotato di un moderno centralino elettronico. Per festeggiare il recupero di questo strumento, considerato ora tra i più significativi del capoluogo piemontese per qualità e grandezza, segnalo l'appuntamento concertistico inaugurale di venerdì 27 maggio 2016, alle ore 21. L'indirizzo della chiesa di San Giovanni Evangelista (il San Giovannino, per i torinesi) è Corso Vittorio Emanuele II, 13, angolo Via Madama Cristina. Il giovanissimo organista parmense Gabriele Agrimonti eseguirà capolavori di Bach, Franck e Widor. 


Messaggio del Rettor Maggiore




mercoledì 18 maggio 2016

Attestato al CNOS-FAP di Bra

Nella foto da sinistra: Alberto Cirio, Sergio Chiamparino, Ferruuccio  Dardanello, Carlo Gai, Franco Olocco, sindaco di Ceresole e, primo a destra,  don Vincenzo Trotta, direttore salesiani Bra.

La Formazione professionale salesiana incassa un attestato di stima di grande spessore durante le celebrazioni dei settanta anni di nascita della ditta Gai di Ceresole d’Alba. E’ stato infatti l’ing. Carlo Gai a ricordare che per essere sui collaboratori la frequenza della scuola salesiana di Bra è un titolo di merito.
Dinnanzi al Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, dell’europarlamentare Alberto Cirio, del Presidente della Camera di Commercio Ferruccio Dardanello, del sindaco di Ceresole e dei tanti sindaci ed autorità presenti, l’ing. Gai  ha assegnato un attestato di stima ai salesiani di grande affetto e riconoscenza “L’educazione che viene offerta dai Salesiani agli allievi di Bra - ha commentato nel suo discorso Carlo Gai- fa si che i nostri collaboratori, oltre ad essere dei bravi tecnici, siano delle persone di comprovata propensione morale. Sono poi contento che anche i miei figli Guglielmo e Giovanni abbiano compreso quanto sia importante assumere dei giovani che sono stati educati dal Cnosfap di Bra. Sono contento di potere affermare che i salesiani di Bra sono il nostro ufficio di collocamento privilegiato.
Come citava don Bosco buoni Cristiani ed onesti cittadini. Lo ha segnalato anche l’europarlamentare Alberto Cirio. “Dove altre aziende delocalizzano - ha ricordato Alberto Cirio - la Gai di Ceresole punta sui giovani cresciti in provincia di Cuneo, possibilmente di estrazione rurale, e che abbiano frequentato i Salesiani. Ecco il segreto del successo della Gai che voglio paragonare a quello della sorella maggiore la Ferrero di Alba. Qui si punta al pratico, a giovani dei nostri territori che abbiano acquisito una formazione umana e cristiana”.
Grande soddisfazione è giunta dal direttore della casa salesiana di Bra don Vincenzo Trotta che ha ringraziato la famiglia gai per la stima e la collaborazione. Don Trotta ha ricordato come don Bosco, imparando tanti mestieri che ha poi trasmesso ai suoi giovani, faceva del senso pratico e dell’educazione dei suoi allievi un vanto. Don Bosco imprenditore, capace di acquistare le migliori tecnologie del tempo, don Bosco che si attorniava dei migliori  insegnanti, come le aziende scelgono gli allievi della formazione professionale del Cnosfap, il centro nazionale opera salesiane per la formazione e l’aggiornamento professionale. Durante le celebrazioni del settantesimo di nascita delle Gai è stato posto all’ingresso delle officine un quadro raffigurante don Bosco il Santo dei Giovani.


                                                                                              a cura di: Franco Burdese


mercoledì 11 maggio 2016

Insieme dopo la Sirena



“Insieme dopo la Sirena – Suoni, voci e ricordi del ‘900” si svolgerà sabato 21 Maggio, presso il Teatro Grande Valdocco di Torino, alle ore 20.45 , il ricavato dello spettacolo sarà interamente devoluto in beneficenza alla Nostra Opera Salesiana, l’Oratorio Salesiano San Paolo  - Accoglienza minori stranieri non accompagnati per la ristrutturazione della comunità di accoglienza per minori stranieri non accompagnati (informazioni utili al seguente link: http://www.salesianiperilsociale.it/portal/cosa-facciamo/i-nostri-progetti/casa-che-accoglie e sulla pagina Facebook di quest'opera salesiana: https://www.facebook.com/oratoriosanpaolotorino) e A.N.D.O.S. onlus – Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, Comitato di Torino.
Il progetto teatrale rappresentato vedrà in scena i dipendenti dell'azienda Fratelli Carli con un bel messaggio: star bene insieme, lavorare con spirito di squadra, condividere un obiettivo comune e davvero sentito.
Per  informazioni e prenotazioni al 366-6290767, il costo del biglietto è pari a 10 Euro a persona.